Acer palmatum (Acero palmato)

Verifica la disponibilità del prodotto ed eventuali variazioni di prezzo

COD: 089 Categoria: Tag:

Descrizione

Nel giardino zen sono molte le piante che trovano il loro posto ideale, ma sicuramente la più famosa resta l’acer palmatum; comunemente chiamato acero giapponese, in effetti si tratta di una specie di acero originaria dell’Asia, di Cina, Korea e Giappone, anche se non identica ad acer japonicum. Questi aceri sono di dimensioni contenute, e spesso non superano i 4-5 metri di altezza, o si mantengono delle dimensioni di piccoli arbusti; sono alberi decidui, con foglie palmate, costituite da cinque lobi appuntiti, con margine intero, di colore verde brillante. I fiori sbocciano in cime apicali, e sono di colore purpureo, seguiti dai frutti: delle samare dotate di ali papiracee. Già al momento della loro scoperta da parte dei botanici occidentali, gli aceri palmati erano già stati ibridati dagli esperti agronomi asiatici da secoli, e successivamente questa opera di ibridazione e selezione è continuata anche in Europa e nel nord America, aiutata dal fatto che spesso le piante ottenute da seme tendono a differire leggermente dalla pianta che ha prodotto i semi. Al giorno d’oggi esistono centinaia di varietà di acer palmatum, selezionate per la gran parte per la colorazione delle foglie, che possono essere color porpora, arancioni, rosse, viola, verde chiaro, verde scuro, variegate, striate, e talvolta possono cambiare in modo gradevole prima di cadere in autunno. Oltre a questo, ci sono foglie a cinque lobi, altre a sette, alcune con foglie dal margine seghettato o dentellato, altre finemente divise. Oltre a questo, esistono aceri palmati particolarmente indicati per il clima mediterraneo, altri che meglio si addicono ai giardini del nord Europa; alcuni si sviluppano eretti, altri invece hanno portamento nano e ricadente. Tra le varietà più diffuse ed apprezzate in Italia ci sono quelle nane, a sviluppo denso e compatto, con fogliame scuro, violaceo o porpora. Le dimensioni di un acero palmato coltivato tramite innesto tendono ad essere decisamente piccole, e queste piante da adulte non superano i 120-150 cm di altezza; questa caratteristica li ha resi di grande successo anche nei giardini molto piccoli, dove un alberello di qualsiasi altra specie non troverebbe sufficiente spazio per svilupparsi.

Fonte: http://www.giardinaggio.it/